invitano al

CONCERTO DI NATALE
martedì 11 dicembre 2012 - Chiesa di San Francesco, Terni (ore 21)

JANACEK PHILHARMONIC ORCHESTRA
direttore: THEODORE KUCHAR
violino: MENGLA HUANG

INGRESSO LIBERO

PROGRAMMA

CARL MARIA VON WEBER (1786-1826)
Il franco cacciatore, ouverture op.77

FELIX MENDELSSOHN (1809-1847)
Concerto in Mi min. op. 64 per violino e orchestra

*************

ANTONIN DVORAK (1841-1904)
Sinfonia n.6 in Re maggiore op. 60


MENGLA HUANG

“Il suo talento sarà presto riconosciuto in tutto il mondo!” (Gramophone, marzo 2007).
Mengla Huang è uno dei violinisti più attivi del nostro tempo. La sua tecnica brillante e le sue originali interpretazioni hanno incantato il pubblico dell’Asia, dell’Europa e del Nord America. Nel 2002 ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale Paganini dove è stato anche insignito del premio Memorial Renato De Barbieri per la migliore interpretazione dei “Caprices” di Paganini e del premio Memorial Mario Ruminelli. Huang è nato nel 1980 a Shanghai e ha iniziato a studiare il violino all’età di quattro anni. Ammesso al Conservatorio all’età di otto anni, il suo raro talento fu riconosciuto dal Maestro Lina Yu con cui proseguì gli studi. Nel 2006 ha conseguito la laurea ed è diventato il più giovane membro di facoltà di sempre del Conservatorio di Musica di Shanghai. Nel settembre 2006 si è trasferito a Londra, perfezionando i suoi studi col il M. Gyorgy Pauk alla Royal Academy of Music. Huang si è esibito con le più illustri orchestre del mondo come la Bamberg Symphony Orchestra, Radio Symphony Orchestra Stuttgart, Luxembourg Philharmonic Orchestra, Danish National Symphony Orchestra, German National Philharmonic, Norrkoping Symphony Orchestra, Nice Philharmonic Orchestra, NHK Symphony Orchestra, Tokyo Symphony Orchestra, Japan Philharmonic Orchestra, Kyoto Philharmonic Orchestra, Osaka Philharmonic Orchestra, Sendai Symphony Orchestra, Hong Kong Philharmonic Orchestra, China National Symphony Orchestra, Shanghai Symphony Orchestra, Singapore Symphony Orchestra, etc. È stato diretto da Neeme Järvi, Edo de Waart, Jonathan Nott, Henrik Schaefer, Muhai Tang, Nicola Luisotti, Jia Lü, Ryusuke Numajiri, Thomas Dausgaard, Tovey Bramwell, etc. Nell’ottobre 2006 viene invitato a esibirsi alla presenza della Regina danese al Fredensbgorg Palace of Denmark, ricevendo lodevoli apprezzamenti presso la Corte Reale danese. L’aprile 2007 vede il suo debutto a New York presso la Alice Tully Hall, il Lincoln Center e il suo debutto a Boston alla Jordan Hall. La stagione 2008-2009 include un tour in Asia e uno in Italia, e in dicembre il Concerto di Gala per l’inaugurazione del National Centre for the Performing Arts di Pechino. Nel maggio 2008 avviene il suo debutto nella Repubblica Ceca al 63esimo Festival di Primavera di Praga e nell’agosto 2009 si esibisce al festival Paganini a Taiwan. Nel 2010 il suo debutto con l’Orchestra Sinfonica di Amburgo presso la Laeiszhalle- Musikhalle, esibizioni con la Shanghai Symphony Orchestra diretta da Neeme Järvi e con la Macao Orchestra diretta da Jahja Ling, un tour in Giappone con la NHK Symphony Orchestra diretta da Moshe Atzmon e un tour in Cina con la Basel Symphony Orchestra. Oltre al premio Paganini, ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Gold Medal and Public Prize nella Sendai International Music Competition del 2001 in Giappone, il premio per la miglior performance nel 2001 allo Shanghai Spring International Festival e il secondo premio nel 2000 alla Lipinsky and Wieniawsky International Violin Competition in Polonia. Nel novembre 2007 ha ricevuto il primo Montegrappa’s Genio Creativo Award, un premio internazione annuale per giovani talenti rappresentanti la creatività e l’innovazione in differenti campi dell’arte e provenienti da diversi Paesi. Mengla Huang è sotto contratto con Universal Music. Nel 2005 pubblica il suo primo album “Violin Showpieces” con l’etichetta Deutsche Grammophone. Il suo secondo album è una collezione di lavori scritti da violinisti-compositori intitolato “Violinissimo”, ed è stato pubblicato nel 2008 sempre con l’etichetta DG. Nel 2011 ha inciso i “24 Capricci” di Paganini.

THEODORE KUCHAR
Theodore Kuchar è un direttore d’orchestra americano che ha registrato un’ampia collezione di opere prima dei quaranta anni di età. A venti anni riceve una borsa di studio Paul Fromm Fellowship dalla Boston Symphony Orchestra che gli ha permesso di studiare a Tanglewood, dove si è perfezionato con Leonard Bernstein, André Previn, Colin Davis e Seiji Ozawa. È stato assistente di Lorin Maazel nell’Orchestra di Cleveland e direttore d’orchestra ospite a Brisbane, Cape Town, Perth, Prague, Tallinn, e Helsinki. Dopo le sue prime esibizioni in Australia (1987), è stato designato direttore musicale sia della Queensland Philharmonic Orchestra a Brisbane che del West Australian Ballet a Perth. Nel 1990 è divenuto direttore musicale dell’Australian Festival of Chamber Music e nel 1994 direttore principale della NSOU-National Symphony Orchestra of Ucraina. Ha pubblicato cinquanta CD per le due etichette HNH, Marco Polo e Naxos, con la NSOU. Questi includono brani di compositori russi e ucraini come Kalinnikov, Lyatoshinsky, Stankovych, Prokofiev, Shostakovich, Shchedrin, Tchaikovsky, Glazunov e Ippolitov-Ivanov. Inoltre ha inciso musiche di Mozart, Dvorák, Martinu, Bruckner e De Bériot. Il primo dei dischi su Lyatoshinsky è stato insignito del premio ABC (Australian Broadcasting Corporation) per “Best International Recording of the Year” (migliore incisione internazionale dell’anno). Nel 1999, alla fine del suo contratto, la NSOU l’ha insignito del titolo “Conductor Laureate for Life”. Nella stagione 2009/10 ha diretto venti concerti negli USA con la Janacek Philharmonic Orchestra. È stato direttore ospite della Symphony Orchestra, BBC Symphony, BBC National Symphony Orchestra of Wales, della Cape Town Philharmonic Orchestra, the Israel Symphony Orchestra, the Prague Symphony Orchestra, Munich Philharmonic and the National Symphony Orchestra of Venezuela. Ha collaborato con James Galway, Jessye Norman, Lynn Harrell, Itzhak Perlman, Yo-Yo Ma, Sara Chang, Mstislav Rostropovich, Frederica von Stade, ecc. Kuchar è stato direttore principale della Janáček Philharmonic Orchestra, con cui ha anche registrato numerosi CD dedicati alle sinfonie complete di Carl Nielsen, le introduzioni complete e poemi di Dvorák e i lavori orchestrali del compositore ceco Bedřich Smetana. Attualmente è direttore principale della Orquesta Sinfonica de Venezuela.

JANÁČEK PHILHARMONIC ORCHESTRA
La Janáček Philharmonic Orchestra di Ostrava (JFO) fu fondata nel 1954 e da subito venne considerata tra le principali orchestre sinfoniche ceche. Dal 1958, quando fece la sua prima tournée all’estero, l’orchestra ha costantemente effettuato tournée in Europa, USA, Giappone, Sud Corea e Taiwan. Nel 2006, grazie al supporto finanziario fornito dal Comune della città di Ostrava e Arcelor Mittal, la Janáček Philharmonic Orchestra è diventata, dopo l’Orchestra Filarmonica Ceca, la seconda orchestra sinfonica ceca per importanza. La Janáček Philharmonic Orchestra ha una propria stagione concertistica a Ostrava ed è invitata regolarmente a partecipare a prestigiosi festival quali la Primavera di Praga, Janáček maggio, Smetana Litomyšl, Praga Music Festival. Le esecuzioni dell’orchestra si caratterizzano per un suono pieno e profondo, l’espressione musicale e la maturità tecnica che si è progressivamente formata sotto la direzione di direttori stabili e ospiti di importante prestigio come V. Neumann, V. Smetacek, J. Belohlavek, L. Pesek, Z. Macal, C. Mackerras, S. Baudo, H. Rilling, e dal 2005 anche da Theodore Kuchar, attuale Direttore Generale. Noti solisti hanno suonato con la Janáček Philharmonic Orchestra di Ostrava, tra questi Josef Suk, André Navarra, Eva Urbanova, José Carreras, e di recente James Buswell, Sergei Babayan o Pascal Rogé. L’orchestra predilige l’esecuzione di compositori cechi, oltre a Janáček anche Dvořák, Smetana e Martinu, ma l’ampiezza del proprio repertorio comprende la maggior parte delle opere di Beethoven, Mozart, Schubert, Strauss, Bartók, Schumann, Ravel, Bruch, Bruckner, Copland, Bernstein e molti altri. Di particolare importanza la tournée di quattro settimane negli Stati Uniti d’America. La Janáček Philharmonic Orchestra, diretta da Theodore Kuchar ha effettuato 19 concerti in 19 differenti città degli Stati Uniti – da New York a Sacramento – in ben undici stati americani. La ricca discografia dell’orchestra ha avuto un incremento notevole con la guida di Theodore Kuchar, forte sostenitore dei grandi compositori cechi. Di particolare interesse le registrazioni che comprendono le ouverture e i poemi sinfonici di Antonín Dvořák e l’opera completa per orchestra di Bedřich Smetana. Nel dicembre 2004, l’orchestra ha registrato una serie di sinfonie del compositore danese Carl Nielsen riscuotendo un notevole successo da parte della critica. Nella stagione 2006/2007, ha registrato sette CD per le importanti etichette discografiche quali la Brilliant Classics, Joan Records, Records Cybelle e CPO Records. L’orchestra collabora stabilmente con la New Music Centre Ostrava per l’organizzazione di festival estivi e laboratori creativi per giovani compositori provenienti da tutto il mondo. Grande successo è stato riscosso presso importanti festival mondiali di musica contemporanea a Praga, Varsavia e Berlino. L’approccio attivo dei direttori Christian Arming e Petr Vronsky ha contribuito moltissimo allo sviluppo dell’orchestra su questo repertorio.